Siti
Annunci di Lavoro

Caratteristiche del Violino di Capra

Come si Presenta il Violino di capra?

Le caratteristiche del Violino di capra sono davvero uniche e chi ne ha assaggiato anche solo un pezzetto non potrÓ far altro che confermare. Per quanto concerne la pezzatura possiamo dire che essa si aggira intorno ai tre chilogrammi per la coscia e al chilogrammo per la spalla.

Se pi¨ stagionato, soprattutto se fatto in maniera naturale e per almeno tre mesi, il Violino sarÓ ancora pi¨ buono. Provare per credere, ma fidatevi che non sono solo dicerie. La tradizione vuole che la sua stagionatura avvenisse nei cosiddetti "crotti" vale a dire in quelle strutture che si venivano a creare nella roccia.

Ecco le sue caratteristiche peculiari: la carne Ŕ soda e dal colore accesso (non deve in alcun modo presentarsi secca), la forma Ŕ pressochŔ appiattita e in genere associata a un triangolo benchŔ per far capire meglio il concetto possiamo approssimarla alla forma del violino (dal quale deriva la denominazione). Le fettine piccole hanno un sapore tutto particolare, quasi speziato.

Ovviamente a seconda delle varie ricette il sapore assume aspetti differenti, ma rimane denominatore comune quell'aroma quasi affumicato e selvatico che scaturisce dalla sua accurata preparazione insieme ad aromi naturali e spezie. E il Violino di capra ottiene questi profumi proprio nel corso della stagionatura di cui parlavamo prima.

Il Violino di capra si addice molto bene agli antipasti e non ha prezzi altissimi. Risulta molto apprezzato quello stagionato per un anno, periodo durante il quale acquista un sapore tutto particolare che lo rende a tutti gli effetti unico.

á

Navigare Facile